l’antipasto che si crede un dessert

 

questa estate, tra le tante cose da cui sono stata tentata ed a cui non ho resistito, c’era una ennesima caccavella di cucina di cui mi sono innamorata,un bellissimo stampo per biscotti, precisamente per fare i ma’amul, favolosi e dolcissimi biscotti arabi normalmente con un ripieno a base di datteri

ero, tanto per cambiare, in auto lungo l’autostrada tra la campagna e casa, e la mia mente vagava in liberi pensieri quando mi sono imbattuta in un azzardo: creare un biscotto tradizionalmente dolce e trasformarlo in salato facendo però in modo che fosse riconoscibile come tale solo all’assaggio

avevo un po’ di ansia a preparare questo biscotto, nella mia mente tutto era chiaro, i gusti, le consistenze… ma tra il pensiero e la realizzazione di esso non sempre tutto fila dritto… l’dea era di creare un connubio tra il dolce, con un ingrediente tipico sia arabo che da dessert, ed un sapore chiaramente salato e da antipasto, facendo si che ci fosse una sorpresa tra aspettativa sensoriale e realtà gustativa:  insomma praticamente potrei ormai insegnare qualcosa ad heston blumenthal perchè è diventato un piatto oltre alle aspettative… wowwww!!! buonissimo!!!img_7065

il contest a cui partecipo ( la mia prima volta) mi ha dato l’occasione per provare

 

con questo elaborato partecipo al contest Molino Dallagiovanna Linea Uniqua Bianca indetto dal gruppo FB Pane e Tuli…pani https://m.facebook.com/groups/349374371920870 di Lorenzo Soldini
sponsorizzato dal Molino Dallagiovanna http://www.dallagiovanna.it/

l’antipasto che si crede un dessert

ingredienti per 4 ma’amul grandi e 6 piccoli:


pasta frolla salata
200 gr farina uniqua bianca molino dallagiovanna
50 gr burro leggermente salato freddo
20 gr parmigiano reggiano finemente grattuggiato
1 cucchiaio acqua ghiacciata
20 gr farina di nocciole
1 uovo
5 gr sale fino


ripieno
140 gr formaggio caprino fresco
80 gr robiola di roccaverano dop
4 cucchiaini rosmarino tritato
6 albicocche secche
1 bicchierino Tio Pepe sherry
2 cucchiaini cardamomo in polvere
4 cucchiai panna fresca
1 pizzico di pepe e sale

preparazione

preparare la pasta frolla salata mettendo in planetaria le polveri con il burro freddo e fare sabbiare usando la foglia,  quindi aggiungere l’uovo e l’acqua

impastare rapidamente, formare un panetto, fasciare con alluminio e mettere in frigo a riposare per almeno 2 ore

per il ripieno: tritare velocemente a coltello il rosmarino, tagliate a dadini minuscoli le albicocche fatte rinvenire per almeno 24 ore nello sherry portoghese Tio Pepe, mescolare gli ingredienti con i formaggi ben ammorbiditi con la panna, aggiungere il cardamomo e regolare di sale e pepe
ungere lo stampo da ma’amul, rivestirlo con la pasta frolla stesa sottilmente, inserire il ripieno e chiudere il biscotto con un altro disco sottile di frolla leggermente bagnato di acqua per farlo aderire meglio

mettere un poco di granella di nocciole sui biscotti

infornare a forno caldo, 180° statico, per 15 min le forme piccole, 25 min quelle grandi

 img_7063

mi sono divertita ad impiattare usando le tecniche imparate dai grandi chef… beh con le mie indubbie limitazioni: ho fatto una mousse di caprino fresco e cardamomo con la quale ho fatto qualche piccolo decoro su cui ho poggiato due piccoli petali di albicocca disidratata

ho messo dei fiori di rosmarino,  poca granella di nocciole e dei fiocchi di sale maldon per riprendere tutti i sapori della farcia dei biscotti

velbekomme

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...