matrimonio londinese e yotam ottolenghi

siamo  sempre durante il matrimonio londinese di cui vi ho parlato qualche giorno fa… finito di celebrare il rito laico siamo rientrati nella grande hall dove ci sono stati i soliti, giusti e necessari baci e abbracci

era proprio bello passare da un parente romano ad un nuovo conoscente inglese, una ragazza che arrivava dalla cina, piuttosto che il signore francese con ben tre cagnolini

mentre servivano profluvi di champagne e forse proprio a causa di questi, ho fatto una bella e dolcissima chiaccherata con la zia di roma, una serie di inciampi in momenti meno opportuni della vita ci hanno fatto allontanare senza mai avere la possibilità o sarebbe meglio dire l’interesse di un chiarimento… ma poi le cose si rimettono nella giusta prospettiva, le priorità cambiano e avvenimenti che sembravano così importanti vengono reincasellati nel giusto contesto e poi l’affetto… ecco perchè sono bastate due parole… l’affetto è quello che unisce  in un lampo

tra un bacio, una lacrimuccia ed un abbraccio ecco passare i primi vassoi del catering…allungo una mano per prendere una tartina e nel momento stesso in cui la metto in bocca si spalanca dentro di me il profumo del medio-oriente…melagrana… formaggio di capra… coriandolo… israele…yotam ottolenghi!!!!!!!!

sono stata una sciocca o meglio scusate mi sono ampissimamente goduta questo fantastico aperitivo senza fare neppure una foto; a mia discolpa vi ricordo che non si potevano fare cosa che non mi ha impedito invece di farle durante il pranzo 😉

e quindi eccoci al racconto di questo pranzo pieno di sapori e squisite consistenze contrapposte

C4C18C2E-EB17-43D5-B969-25C0077EEF2F

la sala è la medesima dove abbiamo assistito al rito solo ora adibita a sala da pranzo con tavoli rotondi e splendide candide tovaglie, il nostro è vicino a quello degli sposi insieme ad alcuni strettissimi parenti e ad una coppia di signori italiani ma residenti a parigi appena diventati nonni di uno splendido bambino

ed ecco il pranzo

D4563A94-249E-4116-808E-9DD8C10E1C0B (1)

 

cosa mi è piaciuto di più? davvero notevoli le polpette di anello ma insuperaile l’ultimo piatto…tenete ben presente l’ultima foto: melanzane grigliate con salsa di tamarindo, limone candito e crescione …. uno spettacolo di gusti ma soprattutto avevo sempre desiderato assaggiare il limone candito così tanto presente nelle cucine del sud -est del mediterraneo… ragazzi dire che è buonissimo è davvero riduttivo quindi tra pochissimo dovrò assolutamente preparalo, datemi solo il tempo di trovare dei bei limoni più che biologici

il mio modesto giudizio su ottolenghi: fantastico, avvolgente, stuzzicante!!!

penso che appena arriverà finalmente il congruo sole di fine giugno farò con piacere una delle sue gustosissime ricette tratte da questo libro:

IMG_6104

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...